closeOfferta Flash10 € di sconto aggiuntivo per preventivi auto, moto e veicoli commerciali salvati da smartphone entro il 31/01/2017

SSN: cos'è e come si inserisce nella dichiarazione dei redditi

L'SSN (Servizio Sanitario Nazionale) è un contributo obbligatorio per legge che viene versato allo Stato a copertura delle spese per i feriti e le vittime della strada.

Il contributo SSN può essere inserito nella dichiarazione dei redditi ed è deducibile dal reddito complessivo per la parte di contributi che superano complessivamente l’importo di 40 €.

Se compili il modello Unico o il 730, dovrai inserire l'importo SSN - solo se questo supera il valore complessivo di 40 € - nel quadro "oneri e spese" e allegare la copia di polizza o la copia della quietanza ricevuta al momento della stipula.

Se l'importo complessivo dell'SSN è inferiore a 40 €, non potrai effettuare alcuna detrazione e quindi non sarà necessario inserire la polizza tra i documenti fiscali.

Se invece ti rivolgi a un commercialista oppure ad un CAF/CAAF, dovrai consegnare copia della polizza o copia della quietanza ricevuta al momento della stipula tra i documenti allegati alla dichiarazione dei redditi. 

Dove si legge il contributo SSN

Il contirbuto SSN è evidenziato sia nel documento della polizza o nella quietanza ricevuta al momento della stipula, a fondo pagina, nel dettaglio del premio, vicino alla firma del nostro amministratore delegato.

Cosa succederà dalla detrazione del 2015

A partire dal 1 gennaio 2014 il decreto n. 102 del 2013, ora convertito in legge, ha cancellato la deducibilità Irpef/Ires/Irap del contributo al servizio sanitario nazionale sulla polizza Rc Auto, che diventerà di conseguenza integralmente indeducibile a partire dalla dichiarazione dei redditi del 2015.

Polizze Infortuni

Per quanto riguarda le polizze Infortuni, potranno essere detratti i premi versati contro il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5 per cento da qualsiasi causa derivante.
Ecco i nuovi limiti di deducibilità stabiliti dall’articolo 12:

  • per il 2013 euro 630;
  • per il 2014 e annualità successive euro 530